Category: male


rivedendo in chiave di “comunismo moderno” la famosa frase di Marx…

dei coglioni si aggirano per l’europa

sono i “coglioni” del cambiamento.. e il premier seguirà, mi auguro, la sorte del suo emulo tailandese.. conflitti di interesse, leggi ad persona, proprietario delle TV ieri è stato costretto a dimettersi dalle proteste della gente in piazza.. (anche se il “nostro” le proteste delle persone le irride semplicemente)

Mi sono sempre sentito piuttosto stronzo.. da oggi anche fieramente “coglione” ..

Coglioni di tutto il mondo uniamoci!!

Il premier ha dimenticato di citare anche i milioni e milioni di coglioni che scaricheranno i repubblicani alle prossime elezioni… dato che “fonti comuniste” comunicano che i 2/3 degli elettori repubblicani statunitensi è pronto a cambiar rotta…

Annunci

La Repubblica Di Nanò

Lo so… son giochi stupidi.. ma alcune cose, leggendole, mi fan venire in mente strane proiezioni… basta cambiar qualche parola..  anche in merito ai deficienti o (peggio) prepotenti della CIA che in bella mostra entrano e rapiscono rifugiati che hanno ottenuto dall’Italia asilo politico!

(italia, 1943)
La Repubblica di Salò nasce in un frenetico balletto di consultazioni e di ambizioni conflittuali tra i gerarchi del dissolto regime, sotto la diretta supervisione tedesca e in un contesto di subordinazione alle esigenze militari ed economiche del Reich. Mussolini, portato in Baviera dopo essere stato liberato dai tedeschi, discuteva con i suoi interlocutori della futura sovranità di una nuova Repubblica fascista nelle vesti di capo di un governo provvisorio legittimato dalla sola forza della Wehrmacht che lo aveva liberato dal Gran Sasso e che occupava ormai tutta la penisola.

Il 15 settembre 1943 la radio comunica che “Benito Mussolini ha ripreso oggi la suprema direzione del fascismo in Italia”, mentre viene dato ordine a tutte le organizzazioni del partito di appoggiare attivamente l’esercito germanico. Tre giorni dopo in un discorso radiofonico da Monaco, lo stesso Mussolini, annunciando la rinascita di uno stato fascista, indica il compito di riprendere le armi al fianco della Germania e del Giappone.

(italia, 2006)
Il Governo nasce in  un frenetico  balletto di  consultazioni e  di ambizioni conflittuali  tra i  colonnelli del  dissolto regime,  sotto la  diretta supervisione americana e in un  contesto di subordinazione alle esigenze  militari ed  economiche  di Bush.  Berlusconi, portato  in  Sardegna  dopo  essere stato liberato dai magistrati, discuteva con i suoi interlocutori della futura sovranità di una nuova Repubblica fascista nelle  vesti di capo di un governo  provvisorio legittimato dalla  sola forza  della Televisione  che lo  aveva liberato  dal Borrelli e che occupava ormai tutta la penisola.

Il 28 dicembre 2005 la radio comunica che “Silbio Berlusconi ha ripreso oggi  la suprema direzione del fascismo in Italia”,  mentre viene dato ordine a tutte  le organizzazioni del partito di  appoggiare attivamente l’esercito americano.  Tre giorni  dopo  in  un  discorso  televisivo  da  Arcore,  lo  stesso  Berlusconi, annunciando la rinascita di uno stato fascista, indica il compito di  riprendere le armi al fianco della Gran Bretagna e dell’America.

Solo ora riesco a raccogliere un po’ di pensieri..

Al mattino pranzo con una vecchia amica.. (non un amica vecchia!!) poi compleanno ludico.. ed infine viaggio della speranza verso il teatro ciak di milano..

..Il Rocky Horror.. ma ci credete che mi sono aggiudicato all’asta il vestico completo del narratore??? Con allegati due biglietti per l’ultimissima replica.. (l’ultima era ieri.. ma hanno prorogato 15 giorni di repliche ininterrotte a Milano dal 22 al 4 dicembre.. non si puo’ chiudere uno spettacolo cosi’ “eterno” con cosi’ pochi giorni di preavviso.. 😀 i transylvani sparsi per l’italia si sono sentiti traditi in qualche modo..

Emozioni sempre forti ed intense.. carica ironica, comica ed erotica fortissima.. MAGENTA se per caso leggi il mio blog.. lasciami un recapito in privato… ç_ç.. non riesco neppure a trovare il suo nome..

Ho riso.. e pianto..

Beth è stata male.. ed io non ero li vicino a lei come avrei voluto e dovuto.. maledizione all’inventore del teletrasporto.. che aspetta ancora ad inventarlo?

Alcune domande.. so che sono banali ma cosa pensate dei rapporti a distanza? Non parlo di persone che si consocono e si sono viste.. e che sono geograficamente lontane…

Parlo di voci divine, di messaggi sorprendenti.. di un qualcosa che ti prende dentro.. quasi da sentire di amare/desiderare una persona.. che neppure avete mai visto in viso..
E’ una cosa sorprendente.. ma ho sempre sostenuto che quando si conosoce una persona dal vero prima ne consideri l’aspetto.. poi la sua interiorità.. e spesso, se l’esterno è decisamente buono, l’interiorità resta nascosta per sempre..
Consocendo le persone in chat/blog/telefono consoci a mio avviso prima la sua essenza.. e poi il guscio.. ovvio che è basilare che ci sia sempre stata sincerità e lealtà.. altrimenti si viene feriti anche duramente..

Oggi mi sento particolarmente “me stesso”.. a lavoro, in banca, vestito in modo ordinario ed ordinato.. ed a contatto con la pelle la maglietta “ROCKY HORROR SHOW”..

Incredibile.. non so per quanto tempo, magari l’effetto sarà finito prima di concludere il post.. ma.. SPLINDER FUNZIONA DI NUOVO!!!
Non è piu’ fra i siti bloccati.. e cosi’ lo stesso per la posta di TIM.. magari è solo giu’ il filtro e lo rimetteranno in sesto.. ma non potevo non approfittarne..

Quanto tempo è passato? Un mese.. in questo mese il mercante viaggiatore ha visto ed assaporato se pur poco la bella Mantova.. e rivisto a distanza di ere Lucca..

Oramai si stanno consolidando alcune cose..

il dramma di un governo che, a firma LUNARDI,  dà degli sfaticati a 15.000 persone che manifestano contro un progetto criminale.. 
la tanto nominata TAV.. visto in TV? Tutti a parlare della protesta.. avessi visto uno dire il perchè…
Il perchè presto detto.. per fare pasare un treno ad alta velocità da una già vituperata valle torinese devono scavare montagne ricche di AMIANTO e URANIO ignoranto i rischi che cio’ comporta.. senza contare l’inutilità del progetto che si basa su adti vecchi.. sono oramai anni che vengono ridotti i TGV (treni francesi) per scarsa affluenza.. bastarebbe con pochi soldi sistemare i tanti valichi presenti e potenziare il trasporto su ruota.. 
ma no… certo.. lunardi si inalbera per le proteste.. nessuno vuole la tav.. TRANNE LUNARDI.. e LUNARDino.. il figlio.. guardacaso assegnatario dell’appalto che realizza la TAV.. oramai sono finiti i conflitti e son rimasti solo gli interessi a sto governo..

Il toro.. oramai stabilmente secondo in classifica.. una sorta di miracolo sportivo..

Il mio corso di teatro.. che fra imbarazzi, timidezza.. strusciamenti piu’ o meno caldi si inoltra nel vivo.. (per martedi’ prossimo devo preparare un pezzo in Grammelot) e già sento alcune ombre diradarsi.. diventa divertente anche buttarsi nella mischia e far ridere gli altri..

Alcuni rapporti e scambi con persone speciali.. che lentamente si sanno concretizzando..

Ho rivisto Elisabetta.. una fanciulla matta conosciuta nel 1999 a poche ore da capodanno… in un momento di depressione ha pensato di fare un viaggio a torino..

Il mio ingresso stabile nel mondo ludico dei giochi in scatola.. un mondo che pare inesistente.. ma che se vi si entra pianino si apre in universi paralleli infiniti.. e cosi’ questo venerdi’ ero impegnato a crear commerci a Puerto Rico.. in settimana ho tentato di tener sauron lontano dall’anello.. 2 venerdi’ fa ho lottato con delle papere per impadronirmi del becchime e solcato i mari di mezzo mondo su navi mercantili veneziane o su Shooners americani..

Cos’altro.. lavoro.. sonno che pare illimitato.. dovrei dormire una settimana per andare a posto con la media annuale di ore di sonoo..

Poi.. ahhh domenica saro’ all’epilogo del Rocky Horror Show a Milano.. conclusione di un vero mito dei nostri tempi.. ed ultima esibizione.. a legger in giro sembra che sarà l’ultima esecuzione.. e fine per sempre.. confido invece che lo riesumeranno (per restare in tema) in futuro..

Lorenzo Alessandri

Un altro degli autori che mi ha colpito della mostra “IL MALE” è stato senza dubbio Lorenzo Alessandri.. il “disegnatore di demoni”.. torinese.. purtroppo non ho trovato riproduzione del duo fantastico lavoro “Borgata Leumann” ambientato in una Collegno da Incubo ed ho quindi preso questo che NON era alla mostra “IL MALE” ma che ritengo interessante.

Giaele e Sisara (1620 -Artemisia Gentileschi)
Olio su tela
Szépművészeti Múzeum, Budapest
dimensioni: 86 x 125 cm

Ho pensato di fare un buon servizio a me ed agli altri mostrando alcuni dei quadri visti alla mostra “IL MALE – Esercizi di pittura crudele” di Torino.

Dopo aver attratto nella propria tenda Sisara, generale canaanita sconfitto dall’esercito israeliano, che fugge dai suoi inseguitori, lo uccide nel sonno conficcandogli un picchetto della tenda nel cranio, con una violenza tale da trapassarlo completamente.

L’OLIO DI COLZA – Beppe Grillo
Prima di fare questo discorso occorre una piccola premessa. Quanto sto per dire danneggia gravemente il ministero delle finanze, inoltre e’ considerato truffa dallo stato. Se deciderete di mettere in atto quanto NON vi consiglio affatto di fare, quindi, sarete perseguibili e io ovviamente NON vi consiglio di farlo. VI spiego semplicemente e nel dettaglio cosa NON fare.

La premessa criminosa e’ la seguente: quando i motori diesel vennero ideati, non esisteva ancora il carburante che oggi noi definiamo “diesel”. Non esisteva perche’ non esistendo i motori diesel, nessuno (escluso il buon Diesel) si era mai chiesto con cosa farli camminare.

Quindi, i primi motori diesel furono concepiti avendo come combustibile degli olii vegetali, come l’olio di semi, l’olio di soia, l’olio di girasole, l’olio di semi vari, e cosi’ via. Si’, proprio cosi’, quelli che usate in casa per friggere.

La domanda e’: e i motori di oggi? La risposta e’ : idem. La stragrande maggioranza dei motori diesel (credo potreste avere dei problemi con quelli turbocompressi) e’ capace di bruciare uno qualsiasi degli olii che si usano in cucina, con l’eccezione dell’olio di oliva (dovreste prima surriscaldarlo, aspettare che decanti il residuo, e poi ossidare alcune sostanze facendoci gorgogliare dell’aria mentre bolle. Far passare dell’ossigeno dentro un combustibile liquido che bolle non e’ mai saggio,
quindi non lo fate se non vi chiamate Enichem di cognome. Perdipiu’ il numero di esano e’ alto, quindi il botto lo sentirebbero molto lontano).

Comunque, la notizia che il Resto del Carlino dava oggi e’ la seguente. La gente, a quanto sembra , sta iniziando a scoprire l’olio di colza. L’olio di colza e’ un oliaccio di merda che le industrie usano per friggere su larga scala, e ha due vantaggi: il primo e’ che rovina il fegato molto lentamente, il secondo e’ che costa poco. Costa poco nel senso che all’ingrosso e nei
discount il suo prezzo oscilla tra il 0.45 e i 0.65 euri/litro.

E quindi il Carlino dice che molta gente, “complice il tam tam su internet” inizia a prendere d’assalto i discount per comprare questo olio. Dopodiche’ lo si ficca nel motore.

Problemi tecnici? L’unico problema tecnico e’ che l’olio vegetale e’ leggermente piu’ denso degli altri, e quindi potrebbe dare dei problemi all’accensione. L’ideale sarebbe partire con il diesel petrolifero, e poi iniziare con l’olio di semi vari, o l’olio di colza. Questo significa che la cosa migliore da fare e’ testare sul vostro motore quale sia la percentuale massima di olio vegetale che potrete usare. Prima ne aggiungete il 10% e vedete come va, poi il 20% e vedete come va, poi il 40% e vedete come va, eccetera.

La cosa che dovrete verificare e’ come si comporta in accensione. I vecchi motori diesel, quelli non common-rail, quelli con le candelette di preriscaldamento per intenderci, NON hanno alcun problema e ci potrete cacciare dentro quanto olio vegetale volete. Quelli common rail invece vanno verificati come dicevo prima, aggiungendo lentamente percentuali sempre piu’ alte di olio vegetale.

Non sarebbe stranissimo se riusciste anche voi, come la maggior parte, ad aggirarvi sul 75% – 80%. L’olio di semi, l’olio di colza, possono costare anche 0.45-0.50 al litro. Il diesel…

Tutto qui, direte voi?
No, non e’ tutto qui. Perche’ lo stato considera questa cosa una truffa, cioe’ un reato. Se voi, cioe’, comprate legalissimamente un litro di olio di colza e anziche’ friggerci i calamari lo infilate nel serbatoio del vostro diesel per lo stato state compiendo un reato che e’ truffa, perche’ state evadendo la tassa che c’e’ sui carburanti.

Non importa il fatto che l’automobile sia VOSTRA e anche l’ olio sia VOSTRO e quindi ci fate quel che volete. Lo stato dice che nel momento in cui diventa carburante , qualsiasi cosa debba pagare delle accise. Quindi nel momento in cui io sbatto, che so, il resto del carlino nella stufa, sto compiendo una truffa perche’ il resto del carlino NON paga l’accisa sui carburanti ad uso domestico.

Allora, qual e’ il problema? Il problema e’ che il carlino vorrebbe dare la notizia, come la voglio dare io, mentre lo stato (che teme che la gente sappia come truffarlo) non vorrebbe. E cosi’, i giornalisti sono minacciati di denuncia, per istigazione a delinquere, qualora dicessero che tale operazione sia possibile, e che tale operazione sia vantaggiosa.

Quindi, mi adeguo.

Allora, con questa operazione il diesel lo pagate dai 0.45 ai 0.65 euri al litro. Siccome il diesel petrolifero , come e’ noto, costa MENO di cosi’, allora l’operazione e’ svantaggiosa.

Allo stesso modo, bruciare olio di colza inquina zero. Inquina zero perche’ siccome il bilancio chimico di una pianta e’ nullo, il CO2 che buttate nell’atmosfera e’ lo stesso che la pianta ha assorbito per crescere, e il bilancio per il pianeta e’ nullo. Le misurazioni poi mostrano come il tasso di zolfo sia pressoche’ nullo, e le polveri sottili siano la meta’ del diesel petrolifero. Siccome inquinare e’ BELLO, allora ovviamente (in ottemperanza alle leggi vigenti) devo dirvi che usare l’olio di colza e’ SBAGLIATO perche’ rispetta l’ambiente, cosa che , come sappiamo tutti, non e’ giusto fare.

Come se non bastasse, l’olio di colza ha un numero di esano leggermente (il 3%) migliore rispetto al diesel petrolifero, ovvero il vostro motore non solo durera’ di piu’, ma avra’ una resa migliore e brucera’ meno combustibile. E questo, come ci insegnano le vigenti leggi, e’ MALE, perche’ dire il contrario sarebbe istigare alla truffa.

La stessa cosa vale per l’olio di canapa, che e’ ancora migliore rispetto ai precedenti due. Errata corrige: trattandosi di truffa contro lo stato, e’ ancora PEGGIORE. Sporca di meno, mentre noi tutti sappiamo che inquinare e’ BELLO, rende di piu’, e non c’e’ bisogno che vi elenchi le insidie del risparmo (pratica immonda e scellerata) e, come se non bastasse, e’ una sonora mazzata nei coglioni a Siniscalco, la persona in italia le cui gonadi stanno piu’ a cuore a tutti noi. Guardatelo: i suoi occhioni profondi, quello sguardo languido e sensuale, l’espressione viva e intelligente: come pensate di dare un dispiacere ad un “piezz’e’core” del genere?

Quindi, vi esorto a NON piegarvi a queste diaboliche pratiche consistenti nel risparmiare (vade retro, satana!) soldi mettendo (coprite gli occhi alle vostre figlie) olio di colza nel serbatoio della vostra automobile diesel (che Siniscalco mi perdoni, l’ho detto!), risparmiando per di piu’ di inquinare il pianeta (che come sappiamo invece necessita di dosi crescenti di inquinamento.

La colza danneggia gravemente Siniscalco.

Aut min conc.
Fate finta che ci sia anche un bell rettangolo color nero “annuncio funerario” attorno, come nelle sigarette.

Come mai dico questo? Dico questo non perche’ sia una novita’, ma perche’ e’ una di quelle notizie che non si dovrebbero far circolare, e che sui giornali non trovano spazio. Motivo evidente: contate il numero di pubblicita’ di aziende che fanno carburanti, e il numero di pubblicita’ di aziende che fanno olio vegetale, e scoprirete il perche’.

Siccome in USA c’e’ un dibattito sul potere dei blog, mi piacerebbe fare un test: vedere quanto si diffonde una notizia (sebbene gia’ nota a molti) in barba alla censura industriale che vige sui giornali, e che usa il ricatto “non faccio piu’ pubblicita’ sul tuo giornale se non dici cosa voglio io”.

Quindi, se vi va, e avete un blog, replicate o linkate questo articolo, o dite le stesse cose con parole vostre. Non so perche’, ma a me Siniscalco non fa tanto sesso.

In generale, comunque, oltre all’olio di colza e a quello di canapa che sono gli ideali, vanno bene anche l’olio di semi di girasole, quello di semi vari, quello di mais. L’unica discriminante e’ il costo al litro, il che esclude l’olio di oliva, oltre ai problemi legati alla densita’.


Beppe Grillo

A volte capita di risentire per caso una canzone.. qualcosa che in un modo o nell’altro rispecchia parte della tua vita.. a volte interi anni, o decenni.. altre volte un istante che ti si è stampato in fronte e con esso una canzone.. magari la tua preferita del momento.. o la “SUA” preferita.. o anche semplicemnte quella che in quel momento suonavano alla radio..
Non ricordo cosa avesse di speciale questa canzone quando la sentii.. vivevo un momento nel quale mi sentivo invincibile e vulnerabile allo stesso tempo.
Forse a volte portiamo una tristezza dentro che contagia e fa del male a tutti.. e a volte qualcuno te ne tira fuori per un po’..
Una Penombra.. che risulta a volte abbagliante per chi vive nell’oscurità.. quanti hanno scelto questa vita?
Alcuni si vantano di viverci in questa oscurità.. una sorta di isolamento al quale si aggrappano come “tratto distintivo”.. o a volte lo “dicono” per moda.. ed in realtà sono una folla nella stessa apparente solitudine..
Io no.. io ho provato tante volte ad inserirmi nel sistema.. vero Emy? A volte ho persino finto di divertirmi.. di trovare divertente fare un “sacco” in caserma.. o di suonare un citofono e scappare.. o di fare una canna “ai giardini”.. e di tutto questo cosa resta?
Resta che alla fine sono rimasto sempre da solo.. io trovavo noiosi “loro” certo.. ed anche inferiori spesso.. ma allo steso modo di loro avevo bisogno per non morire dentro.. invece loro.. loro si che erano forti.. trovavano piacevole e divertente la mia compagnia.. ero “l’enciclopedia vivente” che tutto conosceva.. ma poi sono andati via.. nella loro superficialità nessuno ha mai cercato di sapere chi c’era dentro di me.. e io nel mio snobismo intellettuale non ho mai cercato di capire cosa c’era in loro..
Qualcuno si è addentrato nella mia mente.. ed io ho concesso vi si perdesse.. ed io nella loro.. ma alla fine tutto mi viene a noia..


Un’aggiuntina alla famosa pubblicità del “non ha prezzo”..

Dare lezioni di informatica alla prof che sulla pagella di Terza Media ti ha scritto “con il carattere che si ritrova è già tanto se finità un corso professionale” NON HA PREZZO!!
Non so perchè l’ho ricordato ora.. è una cosa di tanti anni fa.. ma a volte un po’ di rivincite fanno bene allo spirito.

Vi lascio alla canzone di cui sopra..

****
* La rana e lo scorpione
****

Non ricordo l’anno però ricordo eravamo in macchina
ridevamo sulla Lega e sulla sua durezza intima
poi mi dicesti: – Sai
noi non faremo mai
le scelte facili
le strade semplici…”-.
Mesi dopo ci han lasciato le ex in contemporanea
se non fosse che stavamo un po’ male era quasi comica
tu mi dicesti: – “Sai
mi sa che non cambieremo mai
come quella storia che
c’è la rana e lo scorpione…”-.
Non so se hai avuto anche tu l’impressione
che il tempo acceleri
a sedici anni un anno dura una vita
poi a trenta sei già lì
tu con i tuoi pensieri
le angosce orrende ed i desideri
io con le mie canzoni
vicini oppure così lontani…

Lo scorpione doveva attraversare il fiume; così non sapendo nuotare, chiese aiuto alla rana: – “Per favore, fammi salire sulla tua schiena e portami sull’altra sponda”- La rana rispose: – “Fossi matta! Così appena siamo in acqua mi pungi e mi uccidi!!!” -“Per quale motivo dovrei farlo” – incalzò lo scorpione – “Se ti pungo tu muori e io annego!”- La rana stette un attimo a pensare, e convintasi della sensatezza dell’obiezione dello scorpione, lo caricò sul dorso e insieme entrarono in acqua. A metà del tragitto la rana sentì un dolore intenso provenire dalla schiena, e capì di essere stata punta dallo scorpione. Mentre entrambi stavano per morire la rana chiese all’insano ospite il perché del folle gesto. -“Perché sono uno scorpione…” – rispose lui “è la mia natura!”. Io le lacrime sul viso di tua moglie non le ho mai scordate quella gelida mattina d’inverno di cose ne ha cambiate mentre ti allontanavi mentre guardando ci salutavi attraversando il fiume come quello scorpione…

IL ROSSO

Rosso.

Il male e’ rosso? Non saprei. Alcuni lo identificano come un male nero che ti prende e che ti consuma, altri come animali mostruosi. Io lo identifico con me stessa. Perche’ se “Male” c’e’, allora proviene solo da me. Io sono la causa del mio male, io ne sono l’artefice. e se mi capita qualcosa di male (ovvio, non un cataclisma naturale) e’ solo per causa mia.

IO ho fatto del male, io in un certo senso sono il male. Nel medioevo sarei stata vista come una strega, una figlia del diavolo, una miscredente, una lussuriosa (evviva!). Oggi forse vengo vista come una persona particolare da chi accetta la bisessualita’ e il non accontentarsi, come una stronza sporca e via dicendo dai falsi moralisti.

Il male a volte e’ bello. Fare cio’ che faccio io, che viene catalogato come male, a me piace. E a te piace, Lycaone? Come ti fa sentire?

Obscura

IL MALE

Una parola.. una metà del mondo.. cosa è “male”? Ho avuto spesso a scontrarmi sulla definizione di cio’ che è Male.. ma esiste un concetto di “Male” assoluto? Ritengo questa cosa improbabile ed anche superficiale.. Un esercizio da sofista.. l’Avvocato del Diavolo.. sono convinto che dietro ogni azione.. la piu’ efferata.. si celi la voglai di un qualcosa di superiore.. o il disagio di un male subito.. da chi a sua volta ha subito.. il MALE..

Sono stato di recente a vedere una mostra.. “IL MALE” appunto.. un Pout-Pourri di quadri, sculture.. stampe.. ed installazioni con un comune tema di fondo.. ero con una persona speciale.. un A M I C A con la A e tutte le altre lettere maiuscole..

Una sensibilità diversa dalla mia.. a vedere la mostra ha percepito il male.. ha sofferto.. ne è stata travolta e disgustato.. io no.. cinico e distaccato ho valutato ogni cosa.. ho assorbilto le emozioni che mi dava.. ho intuito a volte il male di chi le ha realizzate.. ma mai ho “sentito” il male..

DIversa sensibità? Diversa concezione di “male”.. ed allo stesso modo il Bene è concetto inafferrabile.. non ho mai avuto, se non per brevi brani nella mia vita, manie religiose.. e pure sento di aver fatto piu’ “Bene” di molti altri “timorati”.. ed allo stesso tempo molto male.. anche piu’ di chi si definisce cattivo..

E tutto cosi’ banalmente schematizzato ed io mi intrufolo alieno in entrambe gli emiversi? Consoco persone apertamente Schierate per il bene o per il male.. (ma ha poi senso adorare il “male” come idea e come governo del mondo? ..se non per flash modaioli e ricerche di appartenenza.. credo di no.. ) ma persone che sanno di essere Bene e Male ne ho consociute poche.. e queste persone le ho amate.. incondizionatamente con i loro eterni conflitti.. con il desiderio a volte spasmodico di uscire dal ghetto e ritrovarsi nella beata ignoranza. Finalmente con un brandello di felicità appiccicaticcia fra le dita..

So che in pochi leggono questo Blog.. a dire il vero ho dato l’indirizzo ad un paio di persone.. ma qualcuno sa dirmi come appaio? Sono “Bene” o “Male”? Preferisco il Male, come diceva Twain, quanto meno perchè potrei trovare amicizie piu’ interessanti.. E poi il Nero mi dona..

Come ti senti Obscura? Senti anche tu fluire il mondo dentro te? E ti senti da esso cambiata e senti di aver tu cambiato lui? Credo in fondo questo sia il succo del vivere.. al di là (e so che è locuzione abusata) del Bene e del Male..

Che bella questa imamgine.. la vita che fluisce in noi.. ci cambia ed è da noi cambiata..

picciNina.. cosa ne pensi? Sono per te Male o Bene? Desy, se mi leggi, come ci si sente a vivere nel “bene” per una vita ed affaccairsi per una frazione di secondo nel male.. e trovarlo in fondo allettante?

Il Mercante di Liquori